Background Color:
 
Background Pattern:
Reset
Servizi offerti
La nostra Qualità:

Prodotti
Incentivi

Dal 06/06/2013 e' stata innalzata la percentuale relativa alla detrazione fiscale per interventi di efficienza energetica sugli edifici, che passa dal 55% al 65%(D.L. 04/06/2013 n. 63, pubblicato sulla G.U. del 05/06/2013).

La scadenza per usufruire di questa opportunità e' stata dapprima fissata per il 31/12/2013, poi prorogata al 31/12/2014 dalla Legge di Stabilità 2014. 

La proroga della detrazione fiscale del 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia fino al 31 dicembre 2013 riguarda una lunga serie di interventi di ristrutturazione e può includere persino la realizzazione di pareti in cartongesso. Così come succede per la proroga della detrazione 65% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici: anche qui, in casi specifici, il cartongesso rientra tra i lavori agevolabili.

La proroga delle detrazioni fiscali è stata stabilita dal Governo con il decreto 63/2013 su edilizia e risparmio energetico pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 130 e attualmente in vigore: il testo indica il recepimento della direttiva europea sugli "Edifici a energia quasi zero" e disciplina la proroga al 31 dicembre 2013 per la detrazione 50% e la proroga della detrazione 65% (ex 55%, la percentuale è stata elevata proprio con questo decreto) al 31 dicembre 2013 per i privati e al 30 giugno 2014 per gli interventi di una certa entità sulle parti condominiali degli edifici.

Il cartongesso, che come abbiamo detto può beneficiare in alcuni casi delle detrazioni fiscali, è un materiale edilizio realizzato in lastre o pannelli di vario spessore fatti di gesso trattato con resine speciali che lo irrobustiscono; il gesso è racchiuso tra due fogli di cartone. Il cartongesso si usa soprattutto per realizzare pareti e contropareti, soffitti e controsoffitti. È un'ottima soluzione quando si effettuano ristrutturazioni perché è comoda, veloce, pratica, economica.

Per quanto riguarda la detrazione 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia, i lavori in cartongesso sono agevolabili quando si tratta di interventi di manutenzione straordinaria (per verificare il requisito di manutenzione ordinaria o straordinaria è bene consultare l'Ufficio Tecnico del comune di competenza). In generale il cartongesso è detraibile al 50% contestualmente a un intervento ristrutturazione edilizia, cioè all'interno di un intervento più grande e non come singolo lavoro. Se i lavori in cartongesso fanno parte di un intervento più vasto, come la demolizione di tramezzature, la realizzazione di nuove mura divisorie, lo spostamento dei servizi, l'intervento nel suo insieme beneficia della detrazione fiscale del 50%.

Esiste anche la possibilità di accedere con il cartongesso alla detrazione fiscale del 65%per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici. Questo può accadere nel caso in cui, per esempio, si realizzino partizioni interne in cartongesso accoppiato a materiali isolanti che portino l'isolamento termico e acustico e quindi a un concreto risparmio energetico.

La detrazione 65% è quindi valida nel momento in cui il cartongesso rientra in un intervento di isolamento termico dell'edificio.